La memoria corta ce lo ha fatto dimenticare, ma subito dopo la Seconda guerra mondiale dall’Inghilterra arrivarono uno straordinario gruppo di commedie — Whisky a volontà, Passaporto per Pimlico, Sangue blu, L’incredibile avventura di Mr. Holland, Lo scandalo vestito di bianco, La signora omicidi e ne dimentico — che sotto il marchio della Ealing imposero un’idea di cinema intelligente e divertente, dalle marcate caratteristiche nazionali (i suoi protagonisti non avrebbero potuto essere altro che inglesi al cento per cento) e con uno spiccato gusto ironico (a volte addirittura grottesco) ma anche animate da uno spirito «libertario» un po’ anarchico e vagamente socialisteggiante.

leggi qui l’articolo completo